Eutanasia: il più alto compimento della vita o un ostacolo della natura?

Di Chiara Brunero
Affrontare un tema così vasto ed importante non è sicuramente facile. Il problema dell’approvazione dell’Eutanasia si è posto all’ordine del giorno in moltissimi paesi ed è entrato bussando alle porte nella casa di molte famiglie. Lo chiamo “problema” perché si sono scontrate diverse posizioni morali a tale proposito. Morire bene (come dice la parola stessa) è un diritto? Scegliere di non continuare a condurre una vita fatta di sofferenze, è così sbagliato?

Scatto di Chiara Brunero

Quante persone hanno visto rimanere su un letto di ospedale un familiare o un caro amico, sofferente, arrabbiato, conoscendo il proprio destino, senza poter fare nulla. Dopo mesi o addirittura anni di dolore fisico, e soprattutto psichico, conoscendo la propria fine, perché non poter decidere consapevolmente, dal momento che ritengo che sia una scelta consapevole (sebbene non sembri perché va contro il nostro istinto di sopravvivenza) di mettere fine ad un dolore perenne? Lessi una volta in un libro: “Non bisogna opporsi alla corrente, se si deve andare in alto si va in alto, se si deve andare in basso si va in basso. Quando si deve andare in alto, è bene cercare la torre più alta e arrampicarsi fino in cima. Quando si deve andare in basso, è bene cercare il pozzo più profondo e calarsi nel fondo. Quando non c’è corrente, è bene restare fermi. Se ci si oppone alla corrente, tutto inaridisce. E se tutto inaridisce, questo mondo diventa buio.”(Murakami – “L’uccello che girava le viti del mondo”). Ed è proprio questa secondo me la chiave: non avere paura, non opporsi alla corrente, perché se ci si oppone alla corrente, tutto inaridisce.

Tutti, almeno una volta nella vita, si sono resi conto che alcune cose scorrono in un determinato verso e che opporsi è solo una fatica maggiore, rispetto a quella che già grava. Perché opporsi alla morte? Questa non si oppone alla vita, ma è forse la sua massima espressione, il suo più alto compimento.
Certo è che bisognerebbe tenere conto degli aspetti burocratici e ricordarsi che un medico, per il giuramento di Ippocrate, deve impegnarsi nel corso della sua professione a fare il meglio per salvare una vita, non per aiutarla a spegnersi. Ciò su cui io, però, voglio soffermarmi, è il fatto che sia impossibile circoscrivere in leggi etiche la sofferenza umana e i sentimenti, che per definizione traboccano oltre i limiti della ratio. Considerata dunque la sfera emotiva, scegliere di morire diventa un vantaggio per la propria sopravvivenza e non uno svantaggio: per sopravvivere è necessario smettere di soffrire.
E’ sicuramente una contraddizione in termini e in sé la stessa parola eutanasia sembra un ossimoro, ma non si passa dalla vita alla morte come dalla luce al buio, ma piuttosto come da una stella ad una supernova. E’ giusto, allora, concedere ad un malato che ha la fortuna, o la sfortuna, di sapere il momento in cui tutto finirà, di arrivare alla morte camminando e non strisciando, lentamente, a piccoli tratti?
La sofferenza nella vita serve, ma non protratta nel tempo. Non è infatti consumandoci nella lotta che si rende onore al terreno su cui si è camminato per anni, quando si è in fin di vita. Decidere di abbandonare la battaglia è un segno di grande coraggio, quando si comprende che non si è più in grado di combattere. Meglio sullo scudo che per lo scudo.

 

Un pensiero su “Eutanasia: il più alto compimento della vita o un ostacolo della natura?

  1. Pingback: Vincere la causa dell’umanità: la pena di morte | Informaonline

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...